MONTANA EVOLUTIONS | HOME

eco house

Secondo la definizione di Ugo Sasso padre della Bioarchitettura italiana e fondatore di Bioarchitettura Onlus di Bolzano (1989) oltre che dell’Associazione denominata Istituto Nazionale di Bioarchitettura (INBAR) 1992, la bioarchitettura è l'insieme delle discipline che presuppongono un atteggiamento ecologicamente corretto nei confronti dell'ecosistema. In una visione caratterizzata dalla più ampia interdisciplinarità e da un utilizzo parsimonioso delle risorse, la bioarchitettura tende a integrare le attività dell'uomo alle preesistenze ambientali e ai fenomeni naturali, al fine di realizzare un miglioramento della qualità della vita attuale e futura.
Le teorie della Bioarchitettura si diffondono nella metà degli anni 1970, grazie all’impegno di alcuni studiosi contro l’impiego di materiali e sostanze nocive artificiali nelle costruzioni. Dalla fine degli anni 80 la bioarchitettura ha tentato di riunificare diverse discipline: studi su impostazioni filosofiche e approcci progettuali preesistenti come quelli dell’architettura organica. La bioarchitettura analizza le condizioni del benessere delle persone in rapporto alle abitazioni e ai luoghi su cui queste sono edificate. In sintesi, la Bioarchitettura cerca di:
1. dare una risposta sull’origine di alcuni mali che insidiano l’uomo e l’ambiente;
2. trarre delle unioni tra edilizia moderna ed edilizia della tradizione;
3. seguire una corretta pratica costruttiva in cui tutti i materiali componenti abbiano requisiti di bioecologicità.

Costruire un edificio che rispetti l'ambiente e che soddisfi contemporaneamente le esigenze dell'uomo non è semplice ed è per questo che potremmo seguire alcuni consigli:
  RAPPORTO EDIFICIO AMBIENTE: non si può costruire un edificio non considerando ciò che lo circonda ossia il contesto in cui esso si trova
  PREESISTENZE: impossibile ignorarle, l’ombra che generano sul nascituro edificio potrebbe essergli letale in inverno quando si ricerca il guadagno solare e l’illuminazione naturale, e vale anche il viceversa
  ORIENTAMENTO: è importante scegliere con cura la disposizione dell'edificio
  DISPOSIZIONE DEGLI AMBIENTI: è opportuno disporre gli ambienti di servizio a nord e quelli più utilizzati durante la giornata a sud
  MATERIALI: bisognerebbe utilizzare materiali naturali, riciclati e riciclabili
  SCHERMI SOLARI: per difendere l’abitazione dai raggi solari che aumentano significativamente il carico termico estivo, è bene predisporre dei semplici sistemi per la protezione dal sole
  TECNOLOGIE PER IL RISPARMIO ENERGETICO: qualora tutte le soluzioni di climatizzazione passiva non bastassero per rendere un semplice edificio una bioarchitettura, si potrebbe integrare nell’edificio un impianto fotovoltaico, eolico o di produzione di biogas; per risparmiare sulla climatizzazione, potrebbe essere utile un impianto geotermico

Catalogo antibatterico
SFOGLIA IL CATALOGO SCARICA IL CATALOGO

LEA CERAMICHE     ARIOSTEA     MAFI